Notizie RSS
    RSS
  • Tutti gli articoli
  • Tutti i commenti
Articoli popolari
Categorie

Posts Tagged ‘Vera Valor’

La Vera Valor: la moneta lingotto in oro

Tuesday, September 11th, 2012

E’ quasi un anno ormai che la Vera Valor è disponibile in commercio, e il minimo che possiamo dire è che ha avuto (e sta avendo) un grande successo tra i risparmiatori e gli investitori.

E’ chiaro che questa moneta grazie alle sue caratteristiche tecniche, i valori che persegue e la sua dimensione internazionale ha veramente TUTTO per sedurre. Il successo di questa moneta è molto significativo e testimonia la risposta ch’essa ha saputo apportare nel mercato delle monete d’oro. Non c’è alcun dubbio sul fatto che la Vera Valor ha risposto a delle attese ch’esistevano già prima tra i risparmiatori.

Tale successo si misura nelle cifre di vendita delle monete. Infatti, la Vera Valor mostra delle statistiche impressionanti.

Molteplici piattaforme vendono già la Vera Valor: AuCOFFRE.com e LinGOLD.com, Gold4Ex e D&K. Gli associati hanno la possibilità di far incidere il loro nome sulla moneta.

Ci sono almeno quattro aspetti che giustificano il successo della Vera Valor.

– La Vera Valor: vero e proprio gioiello tecnologico

In primo luogo, ed è sicuramente la caratteristica più evidente a livello visivo, la Vera Valor rappresenta un’innovazione a livello tecnologico. In effetti, la moneta possiede un codice QR sul rovescio e resta l’unica moneta al mondo dotata di un tale sistema! Questo codice QR permette ai proprietari di ottenere tutte le informazioni sulla Vera Valor e di verificare se la moneta è autentica. Il suo certificato di garanzia è, dunque, in qualche modo già integrato!

La scelta di questo codice non è anodino: questa forma di codice a barre è vantaggiosa per la praticità e rapidità nella risposta che propone. E’ semplicissimo decifrare e leggere un codice QR con qualsiasi smartphone.

E’ importante capire che quest’innovazione non è un << gadget >> ma porta un reale valore aggiunto alla moneta. La presenza del codice QR sul rovescio la rende così infalsificabile!

– La Vera Valor, una moneta INFALSIFICABILE!

Questo è uno degli aspetti più importanti della Vera Valor, che la contraddistingue dalle altre monete d’oro.

A causa del rialzo del prezzo dell’oro stiamo assistendo allo sviluppo crescente della criminalità legata a questo mercato. Esempi di falsificazione di monete e lingotti sono all’ordine del giorno.

L’investimento nella Vera Valor acquista così tutto il suo senso: essa offre una vera e propria garanzia << d’infalsificabilità >> ai risparmiatori. La presenza del codice QR sul rovescio richiede dei procedimenti tecnici molto complessi durante la produzione della moneta. Falsicare il codice a barre della Vera Valor è, dunque, estremamente scoraggiante per i falsificatori: mentre per falsificare una Panda cinese ci vogliono 30 secondi, per una Vera Valor ci vorranno circa 10 minuti.. una perdita di tempo insensata per dei falsificatori!

Con questa corsa all’oro, è chiaro che le garanzie in termini di sicurezza offerte dalla Vera Valor hanno saputo sedurre un gran numero d’investitori.

Ma sappiate che questa moneta ha più di un asso nella manica: la quasi impossibilità di venire riprodotta e la praticità del codice QR non solo i soli vantaggi della Vera Valor.

– Una moneta 100% rispettosa dell’uomo e dell’ambiente

Altro argomento di peso per la Vera Valor: essa è estratta dalla << clean extraction >> o estrazione pulita. Solitamente, la produzione di monete d’oro, e in particolare le tappe dell’estrazione mineraria, non sono dei processi molto ecologici, anzi tutto il contrario.

Nel trattamento dell’oro sono spesso usati dei prodotti chimici come l’acido solforico, il mercurio, o ancora il cianuro: une vera e propria catastrofe ecologica planetaria. E’ abbastanza spiacevole il fatto che un metallo così nobile come l’oro sia all’origine della distruzione dell’ecosistema attuale..

Ancora una volta, la Vera Valor si distacca da questo tipo di rovina in quanto è estratta al 100% dall’oro verde: vale a dire un’estrazione pulita. I problemi ecologici prendono il sopravvento su quelli industriali. Questa moneta è estratta in un’ottica di puro rispetto dell’ambiente e dell’uomo.

E’ un’altra caratteristica innegabile della Vera Valor che propaga un messaggio veramente positivo sull’oro e il suo mercato. La Vera Valor è la sola moneta ad << avere una coscienza >> : è infatti la sola moneta ad utilizzare oro per la cui estrazione non vengono sfruttati bambini e nessun altro essere umano. La carta alla quale si attiene la Vera Valor rifiuta l’oro estratto dai conflitti e dai traffici, il cosiddetto << blood gold >>. Inoltre, essa rispetta le condizioni salariali e sociali dei lavoratori.

– Una moneta universale

E’ da notare anche che la Vera Valor è apprezzata per la sua dimensione internazionale. La moneta non è legata a nessuna nazione ed è quindi completamente universale. Il termine << oncia >> appare così in 6 lingue differenti sulla moneta. Questa volontà d’internazionalizzazione della moneta è del tutto in accordo con i valori ch’essa veicola. Il messaggio ecologico che apporta la Vera Valor le conferisce quasi una dimensione umanista e si elegge a vero e proprio simbolo dell’oro pulito.

Tutti questi vantaggi fanno della Vera Valor una moneta d’eccezione. Ed’ è certo che la quantità di monete vendute testimonia la sua esteticità, infalsificabilità, praticità, e ancora i suoi valori ecologici e universali che l’insieme degli investitori riconoscono alla moneta.

Possiamo dire che la Vera Valor ha tutte le carte in regola per essere definita una grande moneta!

– Una fabbricazione tracciata dalla A alla Z

Paul McGowan (Direttore Generale di AuCOFFRE.com) ci racconta nei dettagli come avviene la fabbricazione dell’oro verde, dell’azienda Valcambi, ch’egli ha visitato personalmente nell’ottobre scorso.

La caratteristica principale della Vera Valor è ch’essa è tracciabile al 100% dalla miniera alla coniazione. Paul ci spiega che sono dei supervisori indipendenti e professionisti ad assicurare la tracciabilità della moneta, che osservano e convalidano i processi di fabbricazione passo per passo.

La fabbricazione della Vera Valor fa appello a due entità principali, due industrie:
– Valcambi, la raffineria
– Huguenin per la coniazione.
E una terza persona: i supervisori indipendenti che assicurano la tracciabilità della moneta.

Presso Valcambi, occorre circa una settimana per trasformare la materia prima della miniera in moneta vergine (quindi priva d’inscrizioni ed incisioni) in oro di 999.9%. Se ci sono così tante tappe nel processo di fabbricazione è perché si tratta di oro verde di Valcambi. Una catena di produzione è interamente dedicata all’oro verde per evitare di contaminare questo tipo di oro con quello meno puro. << Anche durante la catena di produzione, l’oro rimane pulito >>.

Per quanto riguarda la coniazione effettuata presso Huguenin, il procedimento è altrettanto meticoloso. La moneta vergine non arriva qui solo per essere coniata e ripartire. Incisione, modellatura, attrezzatura necessaria per la lavorazione dell’oro, coniazione, lucidazione, lavaggio… sono altre tappe per le quali il laboratorio interviene.

Ogni moneta è trattata e pulita, così come gli attrezzi impiegati per la coniazione, per evitare qualsiasi contaminazione dell’oro puro.

Ovviamente, nessun lavoro può essere effettuato senza la presenza dei supervisori indipendenti che convalidano ognuna di queste tappe. Gli interi procedimenti e i differenti interventi giustificano il tempo necessario per la fabbricazione della moneta. Ad ogni tappa, il supervisore redige un rapporto che testimonia la buona riuscita del procedimento. Il supervisore è il garante della protezione della moneta e dell’approvazione dei processi di fabbricazione della stessa.

Egli garantisce anche la presenza del punzone che fa della Vera Valor una moneta del tipo << bullion >> o lingotto, che garantisce la sua qualità << swiss made >> e la sua origine. Il fatto che sia numerata e dotata di un punzone legittima il suo status di << moneta lingotto >>. La Vera Valor non è affatto una medaglia, ma una moneta di borsa. Con un titolo superiore a 995 °/oo, la Vera Valor rientra immediatamente nel quadro legale dell’oro da investimento e, a differenza delle medaglie, non è soggetta all’IVA.

Vi potrebbe interessare anche La Vera Valor, la moneta d’oro lingotto più sicura del mondo, viene rivelata integralmente

>> CLICCATE SULL’IMMAGINE PER CONSULTARE LA QUOTAZIONE DI QUESTA E TANTE ALTRE MONETE IN TEMPO REALE:

 

Le migliori monete d’oro da investimento

Monday, May 7th, 2012

Moneta 20 Lire Vittorio Emanuele II

La crisi della zona euro non rassicura né i mercati né i privati attenti ai loro risparmi. Le banche, le vipere traditrici che stanno all’origine della crisi del debito sovrano attuale, non ispirano più fiducia e i loro prodotti bancari ancora meno. Quando vogliamo investire parte del nostro patrimonio, o del nostro salario, dobbiamo sempre valutare i rischi che ciò comporta. Nell’oro fisico, i rischi sono nulli! Ora, il compito di LingOro.net è quello di guidarvi verso le migliori soluzioni e di dirvi tutto quello che c’è da sapere sull’investimento nelle monete d’oro.

1. Perché investire sull’oro?

Ci sono diverse cose da sapere quando cominciamo ad interessarci all’oro come prodotto di risparmio. Se ci addentriamo in questo mondo alla cieca, con tutta la nostra buona volontà e saggezza, possiamo cadere nelle trappole che ci portano a prendere lucciole per lanterne. E’ bene seguire i consigli degli esperti, delle persone del mestiere.

Per prima cosa, contrariamente a ciò che vi dirà il vostro banchiere, tra tutti i prodotti di risparmio proposti attualmente, l’oro è quello che più resiste all’inflazione e alla deflazione. L’oro è anche il solo attivo che, secondo l’economista Antal Fekete (nel suo libro << Il ritorno al sistema aureo >>) “protegge l’individuo contro le misure arbitrarie del governo offrendo una protezione contro le tassazioni confiscatorie, il deprezzamento monetario e la svalutazione”.

2. Dimenticatevi di ogni altro prodotto di risparmio

Per quanto riguarda gli altri prodotti di risparmio, potete subito escludere gli attivi dinamici. La loro volatilità li rende troppo rischiosi da provare. Inoltre, non avete nessuna garanzia di ritrovare l’integrità del capitale che investite e le possibilità di guadagnarci sono in questo momento tanto nulle quanto quelle di vincere al Lotto!

Visti i tassi d’interesse eccessivamente bassi dei libretti e i rischi << d’instabilità >> di questi, e considerando l’alto rischio che il vostro capitale non vi renda profitti o a venga vergognosamente tassato dallo Stato, non pensate che sia meglio indirizzare i vostri risparmi verso l’oro fisico?

Quanto ai contratti pronto termine (PCT), essi sono bloccati per un periodo determinato, dunque sono poco interessanti in termini di liquidità. Infine, dimenticatevi dei certificati di deposito, dei fondi a capitale protetto, dei fondi in euro, delle assicurazioni sulla vita e di qualsiasi altro tipo di titolo di Stato poiché questi contengono solo delle pericolose promesse di arricchimento. Infatti, non sono garantiti e i rischi di fallimento dell’emittente sono da considerarsi abbastanza reali, soprattutto in questo momento.

3. Oro si, ma sotto quale forma?

In contanti: acquistare oro sotto forma di azioni? Oro cartaceo? Come tutti i titoli virtuali finirà bruciato al rogo della vanità o divorato dalle tarme. No, noi vi parliamo di oro fisico, di contanti suonati e traboccanti. L’oro cartaceo è troppo esposto alla volatilità dei mercati, alla manipolazione, e fortemente dipendente dalle circostanze geopolitiche.

Leonard Sartoni, specialista dell’oro, spiega perché le monete restano il miglior investimento per il risparmiatore. << Per il piccolo risparmiatore desideroso d’investire nell’oro fisico, le monete rappresentano il miglior investimento possibile poiché possono frazionare più facilmente il capitale rispetto ad una barra da 10 kg, o anche ad un lingotto da 1 kg. Poi, in un potete mercato rialzista a lungo termine sull’oro, le monete possono diventare sempre più difficili da reperire (più acquirenti che venditori) dunque si vendono molto più care rispetto al valore d’oro ch’esse contengono effettivamente >>. Nel 1980, lo spread sulle Marengo era del 100%, il che significa che le Marengo valevano due volte più care del loro peso in oro.

Lasciate perdere l’andamento dell’oro cartaceo… : la volatilità dell’andamento dell’oro non corrisponde al prezzo a cui viene negoziato l’oro fisico! << Gli ETF (fondi comuni d’investimento) si basano solo sul 5% di oro fisico! Abbiamo quest’informazione grazie al più alto responsabile di una fabbrica di lingotti >> – ci confida il presidente di AuCOFFRE.com – << l’andamento dell’oro cartaceo è dunque basato su qualcosa che non esiste e ciò parassita il corso reale dell’oro, degli scambi in via amichevole. L’oro è sottovalutato, spinto al ribasso dall’oro cartaceo, assalito anch’esso dall’appetito degli investitori in oro >>.

Lo spread… : non possiamo parlare di monete d’oro senza evocare lo spread. Chi vuole piazzare una parte dei propri soldi sull’oro fisico deve per forza sapere di cosa si tratta. Lo spread viene espresso in percentuale, ed è il differenziale tra il valore dell’oro contenuto in una moneta e il prezzo negoziato sul mercato. Se il suo prezzo varia molto poco con l’usura, il prezzo al quale viene negoziata la moneta dipende da alcuni parametri come l’offerta e la domanda, e lo stato di conservazione della moneta.

Il parere di un numismatico

Interrogato a questo proposito, un nostro amico numismatico (del quale non faremo il nome per rispetto della privacy) non nasconde il suo scetticismo in merito al modo in cui viene calcolato questo famoso spread delle monete. Anche se ne riconosce l’esistenza, egli mette in dubbio il sistema monopolistico della quotazione dell’oro e il modo piuttosto arbitrario con cui viene fissato il tasso dello spread. << Quello che amo dell’oro è il fatto che è qualcosa di fisico, è qualcosa di reale, è un prodotto semplice. Ma come sempre, si è voluta complicare la cosa con questa storia dello spread. Lo spread non mi piace >>. << Il mercato dello spread è stato creato dal nulla, lo si è introdotto nel mercato poco prima del 2009, da quando c’è stata una forte domanda, mentre negli anni ‘80, questo era diminuito quasi fino a divenire nullo >>.

<< Ancora peggio è applicarlo sulle monete nuove per le quali ci s’inventano dei piccoli difetti. Personalmente, vendo delle monete a peso d’oro, le vendo con lo spread quando ce n’è, quando è giustificato, ma quando non ce n’è, non vendo la moneta d’oro con lo spread. Visto che non c’è un’autorità che regola il mercato dell’oro, l’andamento dell’oro come quello dello spread manca di oggettività >>.

Il punto è che questo spread esiste e che l’investitore ha a che fare con questo. Se lo spread non sembra giustificato su alcune monete, lo è per altre. Più una moneta è richiesta, più il suo spread e il suo prezzo aumentano (questi non vanno generalmente di pari passo con l’andamento dell’oro che concerne invece l’oro di borsa, cioè l’oro cartaceo). Lo spread può balzare verso l’alto perché la moneta è molto richiesta. D’altronde, lo spread è un effetto leva interessante se si desidera acquistare oro a fini speculativi. Lo spread delle Marengo (Vittorio Emanuele, Umberto I, Napoleone ecc..), le monete più richieste al momento, esploderà senza dubbio da qui alla fine dell’anno.

Monete da investimento o monete numismatiche?

Dritto moneta Krugerrand

L’andamento non è esattamente lo stesso: l’acquisto di monete a fini speculativi non è la stessa cosa dell’acquisto di monete ai fini collezionistici. Se si acquistano delle monete al fine di realizzare delle plusvalenze, si può sfruttare l’effetto leva dello spread e rivendere per esempio le vostre Krugerrand in un momento in cui sono molto domandate. Tuttavia, scambiare oro con moneta cartacea è un’eresia vera e propria. A meno che non abbiate bisogno di liquidi nell’istantaneo, lo scopo dell’oro non è quello di finire scambiato con semplici confetti. Per quanto ci riguarda, l’acquisto di monete d’oro è prima di tutto un’azione che ci permette di assicurarci contro ogni sorta di crisi finanziaria.

Jean- François Faure, presidente della società AuCOFFRE.com, ci parla della differenza tra monete d’oro da investimento e monete d’oro numismatiche. << Con tutta l’informazione che c’è oggi sull’oro, c’è un’evoluzione del mercato. Le persone si rendono conto che c’è qualcosa di molto interessante nel’investimento in oro. Per esempio, una Marianne Coq 1899, malgrado tutte le sue buone qualità, non era molto richiesta fino a qualche anno fa perché ritenuta non da investimento. Ma le mentalità cambiano, le idee si evolvono, le persone che stanno all’interno del mercato sono più informate. Le monete da 100 franchi Napoleone testa laureata sono quasi per sola collezione poiché n’esistono solo 19 000 esemplari in circolazione, e sono una vera e propria copertura contro le fluttuazioni dell’oro. Le monete d’oro numismatiche sono delle monete di piazzamento dei propri risparmi, non di borsa >>.

4. Le buone e le cattive monete

Tra le monete in oro non ci sono delle monete “sgradevoli”, ma ci sono dei valori sicuri sui quali possiamo contare indipendentemente da quale sia l’epoca. Le grandi classiche monete d’oro per noi sono ovviamente quelle italiane: le Marengo del Regno d’Italia come le Vittorio Emanuele II e III, e quelle di Umberto I.

Dritto Vera Valor - 1 OZ

Gli altri grandi classici che non passano mai di moda sono le Sterline, Pesos e Krugerrand. Tra le ultime nate di AuCOFFRE.com, la Vera Valor è nata per essere da investimento con una quotazione, delle fluttuazioni e delle caratteristiche proprie.

Le Eagle, le Panda, Nuggets e altre monete come le Mapple Leaf sono anch’esse da investimento.

Infine, ci sono delle monete nelle quali è meglio evitare di mettere i propri soldi:<< le medaglie con valore nominale >> come le monete regionali e tutte le serie limitate, l’edizioni speciali ecc… in genere, queste monete sono ipervendute alla base con un premio sostanziale, più care quindi del loro valore corrente. Se non fosse che queste monete hanno la spiacevole tendenza a diventare obsolete molto facilmente e sono semplicissime da copiare. Tra qualche anno, queste monete potranno perdere il loro valore nominale, non sono quindi delle buone monete da investimento a medio e lungo termine. Non è con questo tipo di monete che mettete al sicuro il vostro patrimonio, e nemmeno con dei gioielli in oro!

LINGORO.COM: nasce in Spagna il sito di compravendita di monete d’oro da investimento.

Monday, April 2nd, 2012

E’ nata da poco in Spagna la piattaforma LINGORO.COM. Il sito fa già record di vendite e acquisti.

Noi di LingOro.net non potevamo non interessarci a questa nuova piattaforma che sta sbaragliando la concorrenza in Spagna. E’ con piacere che la presentiamo in esclusiva ai nostri lettori.

web: www.lingoro.com

LINGORO.COM è una piattaforma di vendita e acquisto di monete d’oro da investimento, nata per il mercato spagnolo dopo il successo dei siti web AuCOFFRE.com in Francia, e di LinGold.com indirizzata al mercato inglese, che vantano diversi anni di esperienza riscuotendo grandi risultati.

Molti dei lettori del blog spagnolo LingOro.info, e di quello francese Loretlargent.info, ma anche del nostro blog LingOro.net (il più giovane di tutti), ci chiedevano dove poter acquistare e vendere monete d’oro su una piattaforma internet semplice e sicura? In realtà, inizialmente, le risposte erano incerte poiché dopo aver provato tutti i metodi disponibili per l’acquisto, e soprattutto la vendita di monete d’oro, siamo giunti alla conclusione che nemmeno uno era in grado di soddisfare le nostre esigenze e quelle dei nostri lettori in termini di comodità, sicurezza e semplicità.

Trovavamo davvero noioso e poco sicuro spostarci fisicamente fino ad un punto vendita con le monete d’oro (sappiamo quanto l’oro è appettibile agli occhi dei ladri…) per trovare qualcuno disposto a comprarle e a valutarle per il giusto prezzo, quando possiamo farlo tanto facilmente dalle nostre case con un solo clic.

<< E’ per questo che è nata la piattaforma spagnola LINGORO.com – afferma Elizabette Paternina, direttore del sito – che utilizziamo per le nostre stesse transazioni e dal quale potranno trarre beneficio i nostri lettori. Così è nato AuCOFFRE.com in Francia, e ora LINGORO.com per la Spagna e l’America Latina. Le piattaforme permettono di acquistare e vendere in tempo reale in alternativa ai metodi tradizionali >>.

Qual è il principio di funzionamento della piattaforma LINGORO.com?

<< Acquistiamo solo monete di alta qualità nel mercato professionale al fine di ottenere la massima percentuale di spread. Questa è la garanzia della qualità delle monete vendute sulla piattaforma – ci spiega il direttore. Le monete vengono custodite nelle casseforti bancarie in Francia e in Svizzera. Questa è la garanzia contro i furti e i rischi legati alla crisi. Questo è anche ciò che consente le transazioni in tempo reale tra compratori e venditori >>.

<< Il cliente che desidera acquistare deve accreditare il suo conto su LINGORO.com. Una volta che abbiamo convalidato questi fondi (secondo le scadenze relative alla modalità di pagamento scelta) il cliente può iniziare ad effettuare delle transazioni di acquisto. Con questo metodo, il venditore ha la garanzia della solvibilità del compratore perché siamo noi che paghiamo i venditori (una volta che il cliente ha depositato dei fondi sul suo conto) >>.

<< Il nostro sito mostra le monete che sono in vendita. I membri che vogliono acquistare possono effettuare gli ordini attraverso la nostra piattaforma virtuale in tutta sicurezza. Niente di più semplice! Infatti, utilizzando il nome utente e la password, il membro sarà l’unico che potrà realizzare ordini 24 ore su 24, 7 giorni su 7. La sicurezza è totale, e si riceverà via e-mail una copia di ogni movimento e ordine effettuato >>.

Cosa succede dopo aver effettuato l’acquisto?

Ogni moneta ha il suo codice individuale.

<< Le monete rimangono nella loro cassaforte d’origine e vengono aggiunte al proprio conto LINGORO.com. Il proprietario può vedere le foto delle sue monete (ognuna con il suo codice e un numero specifico d’identificazione) su internet, con tutti i dettagli associati. Non possedendole fisicamente, il membro può, se lo desidera, metterle in vendita in tempo reale per trarne un guadagno. In ogni caso, si evitano i rischi legati a smarrimento e furto >>.

<< L’anonimato tra i membri è totale. Gli altri membri non conoscono i dati personali degli altri quando si effettuano le transazioni perché noi agiamo da intermediari >>.

<< In qualsiasi momento, i membri possono trasferire il loro saldo conto LINGORO.com sul conto bancario indicatoci in precedenza. Se si desidera si può scaricare il titolo di proprietà delle monete acquistate dal proprio conto cliente, o può essere inviato da noi tramite mail. Se necessario è possibile anche ricevere le proprie monete per posta. Secondo la nostra esperienza, diciamo che è più efficace lasciare le proprie monete all’interno delle casseforti d’origine (per approfondire l’importanza dello stato di conservazione delle monete), ma è logico che offriamo anche il servizio che vi permette di possedere fisicamente le monete. Infine – conclude Elizabette Paternina – iscriversi al sito come membro è semplice e completamente gratuito >>.

Avrete capito, cari lettori, che LINGORO.com è un sito affidabile, sicuro e semplice anche per chi è alle prime armi e desidera iniziare a muovere i primi passi nel settore dell’oro fisico.

A questo punto, noi di LingOro.net abbiamo il piacere di annunciarvi che a breve sarà online la versione italiana di LINGORO.com. Tanti nostri lettori ci chiedono consigli su dove e come poter acquistare e vendere le proprie monete su internet, ma purtroppo non riusciamo a dare delle risposte soddisfacenti perché ancora non esiste un sito in grado di appagare le esigenze dei consumatori. Noi vogliamo offrirvi il servizio all’altezza delle vostre aspettative. Nel frattempo v’invitiamo a continuare a seguire il nostro blog per tenervi aggiornati sull’andamento dell’oro, le monete d’oro e quali conviene acquistare e perché, e su tutte le ultime notizie che provengono da questo particolare settore.

Potrebbero interessarvi anche i seguenti articoli:

 

L’Oro Verde: il metallo del futuro!

Friday, March 30th, 2012

Clean Extraction

Da qualche tempo, stiamo assistendo a dei fenomeni di mobilitazione e iniziative, spesso collettive, nelle industrie dell’ambiente che vogliono promuovere un tipo di oro pulito. Differenti etichette si fanno << concorrenza >>, ma non sono tutte così legittime, non perseguono tutte le stessi gli valori, e non hanno tutte lo stesso << peso >>. Alcune etichette perseguono il rispetto dei diritti umani piuttosto che quello dell’ambiente, e viceversa.

Così, l’etichetta Oro Verde difende un oro pulito e promuove un’estrazione non inquinante, cioè senza mercurio né cianuro. L’obiettivo di quest’etichette è proteggere l’ambiente per permettere alle attività agricole di continuare a svilupparsi. La zona d’influenza di questi marchi dai valori alquanto rispettabili resta tuttavia ancora molto localizzata (in questo caso nella regione di Chocò, in Colombia).

Altre carte ed etichette, invece, mettono l’accento sulle condizioni lavorative in seno alle estrazioni minerarie. Esse perseguono quindi un commercio dell’oro equo e il rispetto di alcune norme sociali, economiche e ambientali. L’uomo è la prima preoccupazione per quest’etichette (come Fairtrade and Fairmined gold certification o FLO-CERT): parità dei sessi, sicurezza, divieto di far lavorare i bambini sono alcuni dei criteri essenziali per riuscire ad ottenere questa certificazione.

Esistono anche delle reti che raggruppano differenti industrie minerarie che promuovono un << oro sostenibile >> (o << sustainable gold >>) come ad esempio Solidaridad Network che difende tra le altre cose un programma e un impegno sul mercato dell’oro in diverse parti del mondo (le Ande, l’America Centrale, l’America Latina, i Paesi Bassi e l’Africa occidentale). Questo programma è una risposta alle ingiustizie sociali e i danni ambientali del settore minerario.

Da notare anche l’iniziativa Artminers, un’organizzazione senza scopo di lucro che valorizza l’uso di tecnologie particolari nei processi di estrazione dell’oro. L’organizzazione ha ottenuto il sostegno finanziario della Banca Mondiale per il suo progetto di estrazione senza mercurio.

Tutte quest’etichette, carte, certificazioni chiamate comunemente con l’appellativo di << oro verde >> non sono dunque tutte uguali ed è quindi importante conoscerne l’origine. Non esiste una sola forma di oro verde ed esse non sono tutte sinonimo di eco-responsabilità.

L’oro verde è spesso associato, a torto, all’oro riciclato. Il riciclaggio dell’oro non è altro che la rifusione del metallo. Questa è più o meno la principale fonte di guadagno di quei negozi specializzati nell’acquisto e vendita di oro. Il minimo che possiamo dire è che il riciclaggio di quest’oro non ha nulla di molto lodevole e comporta un’immagine sordida e poco lusinghiera del metallo giallo… Le persone che si recano in questi negozi hanno spesso bisogno di liquidi e sono pronte a svendere i propri gioielli familiari (quando non si tratta di denti in oro…). Sono quindi molto lontani dai valori ecologici!

L’estrazione pulita: un processo controllato passo dopo passo.

Esistono delle vere e proprie iniziative che cercano di sviluppare e democratizzare l’estrazione pulita come ad esempio la carta << Clean Extraction >>. Questa carta nasce dalla cooperazione tra AuCoffre.com e la raffineria svizzera Valcambi. Essa si basa su 3 principi essenziali:

– Estrazione con il minimo impatto sull’ambiente (senza mercurio né cianuro);

– Rispetto delle condizioni sociali e salariali dei lavoratori;

– Divieto di far lavorare i bambini.

Informazione, sensibilizzazione e responsabilizzazione dei consumatori sono il primo obiettivo di questa carta. E’ esattamente ciò che ha sedotto Benoit Derenne, cliente di Gold & Forex International e Direttore di una Fondazione per le Generazioni Future, che è rimasto davvero stupefatto dalla carta e dalla Vera Valor, prima moneta etichettata << Clean Extraction >> per i valori ch’essa difende.

Lo scopo di tale estrazione pulita è quello di garantire e certificare la tracciabilità della moneta (in questo caso la Vera Valor) durante tutte le tappe di produzione: dalla miniera alla coniazione! Paul McGowan, responsabile dello sviluppo internazionale di AuCoffre.com e Direttore Generale di LinGold, aveva già sottolineato l’importanza della catena di produzione pulita durante la sua visita nell’industria di Valcambi nell’ottobre del 2011. Bisogna capire che la carta Clean Extraction non è un’etichetta illusoria né un certificato di buona coscienza: l’insieme dei processi dell’estrazione pulita viene meticolosamente controllata da revisori indipendenti.

La catena di produzione di Valcambi è dunque oggetto di verifiche da parte di Stewart Group Global, fornitore di servizi d’ispezione e analisi dei metalli. La lista d’ispezioni effettuata da quest’azienda è edificante e accredita al 100% la carta Clean Extraction. Il ruolo del revisore indipendente, che approva tutte le tappe della produzione, attesta la serietà e l’impegno di AuCoffre.com e Valcambi.

Lo sviluppo dei principi di questa carta è’ un obiettivo molto importante nel settore dell’oro, e non c’è alcun dubbio sul fatto che è su questo che si fonderà il mercato dell’oro in futuro, poiché questo settore ha bisogno di rinnovarsi e rispettare i diritti umani e l’ambiente.

Alessia Pinna

La Vera Valor, la << moneta d'oro lingotto >> più sicura del mondo, viene rivelata integralmente.

Friday, December 9th, 2011

Coniata in Svizzera, ma con delle caratteristiche che permettono di acquistarla come la Panda cinese da un’oncia (titolo di 999,9, 32 mm di diametro, 31,10 grammi e 2,0 mm di spessore, contorno rigato), la Vera Valor è pertanto unica, ma anche atipica.

Dritto della Vera Valor, la moneta da un'oncia d'oro proposta da AuCoffre.com e LinGold.com

Innanzitutto, l’esplicita volontà di creare una moneta universale : non è legata ad alcuna nazione, cultura, religione e tantomeno a nessuna moneta fiduciaria. La traduzione della parola “oncia” nelle differenti lingue, tra cui il cinese e l’arabo, ne è la prova. Inoltre, avendo preso in prestito ai lingotti ciò che hanno di migliore, questa “moneta bullion” è quindi la sola a proporre un numero di serie unica e ad inserire il punzone del fonditore-collaudatore (Valcambi): altra garanzia d’integrità del prodotto. E come ciliegina sulla torta, i clienti che la comprano hanno la possibilità di personalizzarla con delle iniziali precedenti il numero di serie (ad esempio : JFK 45789).

La Vera Valor è certamente un prodotto unico e una sicura garanzia d’investimento. Infatti, grazie al suo particolare rovescio, si è guadagnata l’esclusiva mondiale. Il suo rovescio è un’innovazione tecnica. Per la prima volta nella storia, è possibile verificare con un semplice smartphone che la moneta che avete acquistato esiste davvero, che si tratta effettivamente di una moneta d’oro puro e non di un falso. La cosa è semplice: scannerizzate il codice QR della vostra Vera, diverso per ogni moneta, e verrete immediatamente rinviati sulla pagina web attribuita alla vostra moneta. Potrete così vedere la pagina con la descrizione della moneta, con una foto dettagliata sia del dritto che del rovescio. Oggi, con il crescente interesse degli investitori per l’oro fisico, i contrafattori non cessano di riprodurre dei falsi più o meno facili da riconoscere. La Vera apporta un radicale rimedio a questo problema con il rovescio scannerizzabile, per il quale non ci vogliono nemmeno 50 secondi per inciderlo. E’ perciò molto più semplice per i contrafattori riprodurre dei Krugerrands, delle Panda cinesi, delle Eagles americane, o degli euro in oro. Sempre per rafforzare la sicurezza di questa moneta, è possibile avere dei documenti sulla tracciabilità della produzione, personalizzarla con 3 lettere, e ovviamente custodirle nel sistema AuCoffre.com.

Rovescio della Vera Valor

I numismatici novizi potrebbero pensare che si tratti di una medaglia per via della sua forma rotonda e per la sua totale indipendenza da qualsiasi moneta fiduciaria. Sbagliato ! Si tratta di un nuovo genere, una moneta lingotto, o << coin bar >>. Infatti, per farla breve, è una Vera Valor. Prima di tutto, su una medaglia viene applicata l’IVA, mentre in questo caso, in ragione delle sue caratteristiche fisiche, la Vera Valor rientra nella sfera legale dell’oro da investimento (titolo superiore a 995/1000) e perciò l’IVA è pari a 0. Il titolo (purezza) della Vera Valor di 999.9 d’oro è certificato dal punzone dell’impresa fondatrice-collaudatrice (Valcambi in questo caso). Anche la sua coniatura con conii a 6h (asse di conio delle monete) la fanno immediatamente uscire dall’ambito delle semplici medaglie (l’asse dei conii per le medaglie è a 12h).

Inoltre, la Vera Valor ha un numero di serie mai visto su una medaglia, e nemmeno in una moneta. Le persone testarde e senza esperienza potranno dire : << non è una moneta perché non ha valore facciale >>, ma questa frase non può essere pronunciata da chi ha almeno un minimo d’esperienza nel settore dell’oro da investimento. Chi non è un principiante in questo campo sa che anche il Krugerrand, che è la moneta più venuta al mondo, non ha alcun valore facciale. Il Krugerrand sarebbe una medaglia allora? Assolutamente no, al contrario è una moneta formidabile! Questo oggetto rotondo non ha nemmeno bisogno di essere coniato da uno Stato per essere chiamato moneta. Ne sono la prova le << monete fiduciarie > coniate da società private, che venivano chiamate e riconosiute come vere e proprie monete.

La Vera Valor s'inscrive nell'ambito della "Clean Extraction / Estrazione pulita".

Per concludere, la Vera Valor non è né una moneta né un lingotto, ma è tutte le due cose contemporaneamente e anche molto più di questo.

E’ una Vera Valor !

Per saperne di più : www.VERAVALOR.com

Etichetta : CleanExtraction

 

 

 

 

Uno semplice smartphone permette di verificare che la vostra Vera Valor sia autentica.

Alessia Pinna

Siete in pericolo se non possedete oro fisico !

Thursday, December 8th, 2011

Perché bisogna investire in oro fisico ?

Jean-François Faure, AuCoffre.com

In una recente intervista pubblicata sul dossier francese “Gestion de fortune”, Jean-François Faure, direttore di AuCoffre.com, la prima piattaforma di negoziazione d’oro fisico in Francia, ha chiarito dei punti cardine sulla compravendita dell’oro e sul perché il il metallo giallo sia la migliore assicurazione sulla vita, sopratutto in tempo di crisi.

Nell’intervista, Jean-François Faure, spiega da cosa è nata l’idea di creare la società AuCoffre.com e quali tipi di servizi vengono messi a disposizione dei clienti : << L’idea è nata nel 2007, dopo aver letto un libro straordinario di Bill Bonner, “L’Empire des dettes”, dove viene descritta nel dettaglio la crisi economica iniziata nel 2008. Da li ho capito che la cosa migliore da fare era acquistare oro fisico, e più specificatamente monete d’oro, dopo un’attenta analisi si rivelò l’investimento migliore in assoluto >> ha spiegato Jean-François.

Ma ancora non esisteva un corretto servizio su internet di acquisto e vendita di oro ed era davvero difficile trovarne nelle banche. E’ a questo punto che Jean-François ha deciso di fondare AuCoffre.com, precisamente nel 2009, e che oggi conta circa 6.000 clienti.

Lo scopo del sito è quello di offrire un servizio di alta qualità ai clienti che vogliono acquistare o vendere le monete d’oro direttamente dalle loro case, senza nessuno stress e in tutta sicurezza. Il cliente crea un conto su AuCoffre.com, sceglie i prodotti di suo interesse e può iniziare da subito ad acquistare o a vendere delle monete. Una volta che le monete sono sul suo conto, il nuovo cliente può decidere di conservare le proprie monete d’oro nelle casseforti di proprietà della società, metterle in vendita sul sito o farsele spedire a domicilio. AuCoffre.com ha come ruolo quello di garantire la qualità delle monete e la coerenza degli scambi tra i membri.

“L’infatuazione” dei risparmiatori per l’oro è giustificata dalla crisi attuale: fallimento delle banche, fallimento degli Stati, crisi finanziaria globale… << Non si ha più bisogno di avere una laurea in economia per capire che siamo in una situazione delicata e che stiamo per finire nel baratro >> – afferma Jean-François – << Il risparmiatore accorto si ricorderà sicuramente dei periodi di svalutazione delle valute: dal 1970 al 1980, il prezzo dell’oro in dollari USA è passato dal 35/oz a 850/0z; dal 1982 al 1990, il prezzo dell’oro in pesos messicani è passato da 8000/oz a 1 025 000/oz… E in Francia, ad esempio, tra settembre e ottobre 2008, il corso del Napoleone ha preso il 30%. Quindi, è comprensibile che un buon risparmiatore desidera preservare il proprio patrimonio e sceglie di acquistare oro, il bene rifugio per eccellenza. I risparmiatori perdono la fiducia nelle loro monete, nei loro Stati e nelle loro banche >>.

Perché l’oro è un bene rifugio, sicuro e duraturo ?

L'evoluzione del prezzo dell'oncia constatata alla fine dell'anno civile. In giallo in dollari USA e in blu in Euro.

L’oro è indipendente, non dipende né dalla politica né dalla religione ! Sia che ci troviamo in India, in Francia o in Italia, lo si compra per delle ragioni simili: proteggersi finanziariamente. Visto l’andamento della crisi, l’oro è il passaporto per la nostra libertà individuale.

I membri che fanno parte di AuCoffre.com agiscono in anonimato, con uno pseudonimo personale che viene generato dal sistema e scelto dall’utente. Ogni membro ha dei bisogni particolari : risparmio a lungo termine, medio termine e breve termine. Il servizio si rivolge sia al piccolo risparmiatore che comprerà un grammo d’oro al mese sia al grande investitore che comprerà centinaia di migliaia di euro d’oro fisico per diversificare il proprio portafoglio, e anche al cliente “iperattivo” che va alla ricerca dei migliori affari per trarne beneficio quotidianamente.

Visto che non tutti i clienti di AuCoffre.com sono esperti del settore, la società mette a disposizione dei membri, dei consulenti formati per guidargli e accompagnargli nella gestione del loro patrimonio sotto forma di oro fisico.

Secondo l’analisi di Jean-François Faure, il vero pericolo oggi sarebbe quello di non possedere oro fisico: << Non possedere oro fisico nel proprio portafoglio è come avere una casa nel pieno centro di una foresta del Sud-Est della Francia, senza avere un’assicurazione incendio. L’oro cartaceo, come l’ETF, sembra molto appetibile, ma si rivela al contrario molto rischioso; infatti, ciò che possedete non è altro che un pezzo di carta che attesta l’esistenza del vostro oro, stoccato in qualche cassaforte bancaria (senza nessuna certezza che la quantità d’oro sotto forma di ETF esista davvero e non avete alcuna possibilità di recuperare l’oro. In caso di fallimento dell’organismo che vende l’oro tramite ETF, perdete tutto il vostro investimento). Possiamo dire di essere proprietari di oro fisico solo quando è nelle nostre mani o quando è conservato in una cassaforte >>.

Lingotti d'oro

I membri del sito che possiedono l’oro nelle casseforti hanno una delle copie della chiave della cassaforte, mentre l’altra è nelle mani della società. Inoltre, un servizio nuovo e che si sta rivelando molto apprezzato è quello che permette di avere un conto di famiglia. In questo modo i membri possono aprire un conto per i loro figli (anche minori) o per i propri cari e attribuirgli delle monete, e gestire insieme a loro questo conto. Nel caso dei “conti per i minorenni”, i ragazzi potranno visualizzare direttamente il loro conto, ma ovviamente non potranno fare alcuna operazione. Una vera e propria novità per gli internauti e sopratutto per i risparmiatori. Il servizio sarà presto attivo all’indirizzo OKofre.com.

Ma la più grande novità arriva dalla moneta Vera Valor, creata dalla società AuCoffre.com e contenente un’oncia d’oro. Questa moneta ha riscontrato subito un grande successo (1.400 monete vendute in meno di un mese). La sua particolarità è dovuta al fatto ch’essa proviene da una catena d’estrazione pulita dell’oro e costa più o meno come le altre monete da un’oncia.

La piattaforma propone anche un Libretto di Salvaguardia del Patrimonio (LSP) con lo scopo di democratizzare l’acquisto di oro e di proporre un’alternativa ai prodotti di risparmio offerti dalle banche. Dal momento in cui un membro sottoscrive il LSP, è sufficiente che ogni mese acquisti almeno 1 grammo d’oro per beneficiare del servizio gratuito di conservazione delle monete. In questo modo, i clienti possono alimentare progressivamente il proprio patrimonio in oro fisico senza spese, permettendo al piccolo e al grande risparmiatore di poter investire in questo mercato riducendo le spese al minimo. Il cliente può scegliere in qualsiasi momento di bloccare questo libretto e decidere di rivendere tutto quando lo desidera.

 

 

Alessia Pinna