Notizie RSS
    RSS
  • Tutti gli articoli
  • Tutti i commenti
Categorie

Cos’è il premio delle monete d’oro?

LINGOLD SAVING PLAN - GOLD

Il premio delle monete d’oro è la differenza tra il valore del metallo prezioso che costituisce la moneta e il prezzo al quale la moneta viene venduta sul mercato.

Come calcolare il premio delle monete?

Il premio di una moneta dipende da diversi fattori:

  • La fabbricazione: più le monete sono piccole e difficili da riprodurre, più lo spread aumenta e ,viceversa, più le monete sono grandi e facili da riprodurre, più lo spread diminuisce (questo spiega, ad esempio, perché le monete di Vittorio Emanuele 10 Lire hanno un premio più elevato rispetto a quelle da 20 Lire). Tuttavia, sono state prodotte anche delle qualità particolari (proof, ad esempio) che giustificano un premio molto elevato.
  • La speculazione: il premio dipende dalle fluttuazioni del mercato, cioè dalla domanda e dall’offerta. In un periodo in cui si vendono molte più monete di quante se ne comprano, lo spread sarà nullo o lievemente in negativo (in questo caso le monete vengono fuse se la loro qualità è mediocre). Al contrario, nel momento in cui la domanda è forte lo spread sale vertiginosamente. Per questo motivo, lo spread è un efficace indicatore dello stato dell’offerta e della domanda, del potenziale di quest’ultima e anche delle azioni da intraprendere. Uno spread nullo, negativo o debolmente positivo deve motivare l’acquisto mentre uno spread tra il 70% e l’80% deve spingere immediatamente alla vendita delle monete (in Italia, l’IVA si applica sulle monete che vengono rivendute con l’80% in più del loro valore in oro).
  • La conservazione: una moneta di qualità che non è usurata e non presenta tracce di manipolazione manterrà completamente il suo spread. Se la moneta è, invece, particolarmente rovinata ed in cattive condizioni (impronte digitali, rigature, usura a causa di sfregamento ecc..) porterà ad una detrazione dal 4% al 10% causando uno spread negativo. In questi casi le monete vengono fuse e rivendute al prezzo del metallo prezioso.
  • La collezione: alcune monete sono più rare per via della loro piccola tiratura, e grazie a caratteristiche particolari legate a dei criteri di rarità numismatica.
  • La posizione geografica: le monete d’oro non vengono ricercate in ugual modo in tutte le nazioni. Infatti, in Francia o in Russia, la moneta Vittorio Emanuele II non sarà conosciuta come in Italia, così come una Napoleone non è richiesta in Italia come lo è in Francia, a differenza di una Krugerrand o di una Sovrana che hanno una ramificazione internazionale.

Leave a Reply