Notizie RSS
    RSS
  • Tutti gli articoli
  • Tutti i commenti
Categorie

20 franchi Vreneli: le monete d’oro << made in Svizzera >>

LINGOLD SAVING PLAN - GOLD

Dritto della moneta 20 Franchi svizzeri Vreneli.

I 20 franchi svizzeri Vreneli o Helvetia sono un best seller presso i nostri vicini svizzeri con ben 58,9 milioni di esemplari coniati. LingOro.net si sente dunque in dovere di presentarvi questa moneta d’oro che merita tutta la nostra attenzione.

Per prima cosa, qualche generalità e alcune cifre. Il Vreneli si caratterizza per:

– un titolo de 900/1000
– un peso di 6,452 g
– un diametro di 21 mm
– uno spessore di 1,25 mm

Queste caratteristiche, identiche al Marengo italiano, ne fanno una moneta che rientra nel quadro dell’Unione Monetaria Latina. Essa possiede tuttavia una quotazione differente dal Marengo italiano.

Si contano 28 millesimi tra il 1897 e il 1935, si uniscono a questi i millesimi 1947 e 1949. Il millesimo 1935 ha qualche particolarità, infatti in quell’anno furono coniate 75 000 monete. Tuttavia, le monete sono state coniate nuovamente nel 1945 (3 500 000 unità), 1946 (9 400 000) e 1947 (9 400 000). Su quest’ultime vi è incisa una L vicino al millesimo 1935. Contemporaneamente a questa coniazione, 9 200 000 monete sono millesimi 1947 e con la scritta << AD LEGEM ANNI MCMXXXI >> sulla metà (è lo stesso per il millesimo 1949).

Grazie a delle lettere possiamo risalire all’atelier monetario dal quale deriva ogni moneta: B (Berna); B. (Bruxelles); BB (Strasburgo); LB (Strasburgo); L (moneta riconiata a partire dall’oro del lingotto).

Dopo tutte queste queste indicazioni numeriche, parliamo della storia di questa moneta.
Ricordiamo che la Svizzera ha redatto la sua prima Costituzione Federale nel 1847, ciò che fa di questa nazione uno Stato Federale. Dal 1850 vennero così abbandonate le monete cantonali, numerose e la cui parità è difficile da stabilire, a vantaggio di una moneta unica, il Franco svizzero (valore iniziale fissato al franco francese).

Nel 1865, la Svizzera è entrata nell’Unione Latina. A partire dal 1873, sono state coniate le monete d’oro. Nacquero le prime << testa d’Helvetia >> !
Attenzione, questa moneta ha delle caratteristiche fisiche particolari e non dev’essere confusa con i 20 Franchi Vreneli che sono stati coniati a partire dal 1897. Coniate tra il 1883 e il 1896, queste monete presentano una testa di LIBERTAS coronata da rododendri e l’incisione CONFEDERATIO HELVETICA. Sul rovescio, una stella a 5 punte domina lo scudo svizzero contornato da una corona vegetale. La metà presenta un rilievo particolare dal 1883 al 1886 e incisa << DOMINIUS XXX PROVIDEBIT XXXXXXXXXX >> dal 1886 al 1896.
Helvetia o signorina Verena raffigurata al dritto è la personificazione dello Stato federale svizzero.

Questo ci porta alla descrizione della moneta.
Al dritto, vi è quindi raffigurato il profilo sinistro di questa affascinante Vreneli (diminutivo di Verena in svizzero tedesco), vestita con un bavero ornato con edelweiss, i capelli in treccia, e sullo sfondo paesaggio di montagna.
Da notare che il disegno di F. Landry fece molto scalpore all’epoca per via dell’acconciatura, giudicata troppo informale per figurare su una moneta. I capelli al vento di Verena non erano appropiati.
HELVETIA è inciso sul bordo superiore, e il nome dell’artista F. Landry sul bordo inferiore a destra.
Al rovescio, stemma svizzero che si trova in uno scudo posto su rami di quercia. Sopra, al centro dello scudo, un fiocco di due nastri che scendono ai due lati. Sotto la data con il segno della zecca (B). Cerchio perlinato. Sul bordo 22 stelle (per i cantoni dell’epoca). E’ proprio grazie a questo bordo che si possono rilevare i falsi che sono in genere molto difficili da distinguere.
Anche se i 20 Franchi Vreneli siano le monete più comuni in Svizzera, come i Marengo italiani per esempio, esistono anche i 10 Franchi Vreneli e la moneta da 100 Franchi. Questa moneta è una vera e propria rarità sul mercato della numismatica per via della sua tiratura di 5 000 esemplari, tutte coniate nel 1925. Attenzione alle contraffazioni di quest’ultime!

Il dritto è lo stesso per tutt’e tre le monete, cambia solo la posizione del nome dell’incisore F. Landry che si trova a sinistra e non a destra. Il rovescio cambia leggermente in quelle da 10 e 100 Franchi dove vi è raffigurata una croce svizzera in una corona di raggi di luce al di sopra del valore facciale e un ramo di rododendri e di genziane al di sotto.

Rovescio della moneta d'oro 20F d'oro svizzeri Vreneli.

Questa moneta è molto richiesta in Svizzera, ma riscuote grande successo anche nel resto dell’Europa, soprattutto in quelle nazioni in cui l’oro da investimento sotto forma di monete d’oro è molto sviluppato: Germania, Francia, Italia ecc… Comprare una moneta 20 Franchi Vreneli è come comprare un piccolo pezzo di Svizzera, con tutto ciò ch’essa evoca. Non avendo circolato tanto, questa moneta è stata per molto tempo tenuta in custodia nelle casseforti, conservando perciò un aspetto quasi nuovo. Il suo prezzo dipende dal Paese dove la comprate, e non è in Svizzera che la troverete al miglior prezzo. In Italia, questa moneta si accosta alle tariffe del Marengo italiano. Questa moneta è dunque molto interessante da rivendere in un periodo di esplosione dei prezzi dell’oro, quando avete già venduto il vostro Marengo italiano con un buono spread. Quando ci sono meno vendite che acquisti di Marenghi italiani, gli acquirenti si orientano allora verso l’acquisto dei 20 Franchi svizzeri prima di comprare altre monete della stessa famiglia (Unione Latina). Questa moneta non rimpiazza le monete Vittorio Emanuele II o III, o un Krugerrand agli occhi degli investitori italiani, tuttavia questa completerà perfettamente l’insieme delle monete già possedute. Comprate queste monete in qualità SPL quando individuate una tendenza al ribasso sul suo spread rispetto a quello del Marengo italiano.

Per concludere, i 20 Franchi Vreneli sono monete di buonissime qualità per l’investimento. E’ adatta sia ai principianti sia agli esperti in un’ottica di diversificazione come moneta che potrà avere un andamento differente dal nostro Marengo nazionale.

Alessia Pinna

Tags: , , , ,

Leave a Reply