Notizie RSS
    RSS
  • Tutti gli articoli
  • Tutti i commenti
Categorie

La Sterlina d’oro. La moneta preferita della Regina d’Inghilterra.

LINGOLD SAVING PLAN - GOLD
Coi tempi che corrono, la Sterlina d’oro inglese (o Sovrana inglese), che d’ora in poi chiameremo semplicemente Sterlina o Sovrana, è una moneta d’oro molto interessante per l’investimento nel metallo prezioso anche se ha perso un po’ del suo prestigio con l’esplosione del dollaro negli anni ’30.

Moneta d'oro di tipo Sovrana Elisabetta II. Dritto creato da Mary Gillick (1881-1965)

 

La storia della Sterlina dal 1489 ai giorni nostri.

La Sterlina è stata creata nel 1489 su richiesta del Re Enrico VII. La versione moderna è apparsa nel 1817, con l’immagine, ormai iconica, raffigurata nel rovescio di San Giorgio che uccide il drago. Ricercatissima ancora oggi, la sterlina contiene 0.235421 oncia d’oro.

La prima Sovrana fu coniata nel 1496 per il re Enrico VII. Al dritto vi era raffigurato Enrico VII e una rosa – simbolo dei Tudor – con lo scudo reale sul rovescio. La moneta non aveva nessun valore facciale. I successori di Enrico VII hanno continuato a coniarle fino alla fine del regno di Elisabetta I nel 1603.

L’origine del nome verrebbe dal fatto che il sovrano regnante figurava obbligatoriamente sul dritto della moneta. Ma c’è anche un’altra possibile origine del nome ugualmente collegata al fatto che Enrico VII, volendo dimostrare la sovranità dell’Inghilterra nel mondo, l’avrebbe chiamata così per dimostrare la potenza e lo splendore del suo regno, ovviamente contro la Spagna e il Portogallo.

Le Sterline riebbero corso legale nel Paese nel 1817. Questo faceva parte di un provvedimento dell’allora direttore della Royal Mint (Zecca Reale di Londra), William Wellesley Pole. Un giovane incisore italiano di nome Benedetto Pistrucci (1783-1855) fu chiamato per creare il disegno del rovescio della nuova Sovrana, il famoso San Giorgio che uccide il drago. Nonostante sia stato più volte modificato nel corso degli anni, il disegno è rimasto essenzialmente lo stesso. Da ciò si può cogliere la volontà di testimoniare la magnificenza di San Giorgio.

Differenti tipi di rovescio sono stati creati, soprattutto durante il regno di William IV, Vittoria, Giorgio IV ed Elisabetta II. D’altra parte, lo scudo reale è cambiato rispetto alla sovrana del 1489. Tuttavia, la tradizione della rappresentazione del sovrano regnante sul dritto della moneta è stata sempre rispettata.

Le Sterline d’oro furono tolte dalla circolazione all’inizio della prima guerra mondiale, nel 1914, anche se la produzione veniva garantita dalla Royal Mint fino al 1917. In effetti, è nel 1914 che l’Inghilterra abbandonò l’oro come unità monetaria, ma continuò comunque a produrre monete con l’effigie dell’impero, sebbene in piccole quantità.

Rovescio della Sovrana. Opera di Benedetto Pistrucci (1783-1855).

Le Sterline che non furono prodotte dalla Zecca Reale di Londra hanno un marchio che indica il punto dove sono state coniate (possiamo citare Melbourne, Sidney, Perth, Bombay, Ottawa e Pretoria). Questa produzione esterna alla Gran Bretagna venne definitivamente arrestata nel 1932.

Piccolo aneddoto: nel 1933, gli Stati Uniti d’America ritirarono tutte le Sterline dalla circolazione. In quest’occasione, milioni di Sterline vennero rifuse in lingotti d’oro. Se gli USA possedevano così tante Sterline era per via dei grandi scambi commerciali con l’Inghilterra nel XIX secolo.

Nel 1957, la Zecca Reale decise di riprendere la coniazione delle Sterline per soddisfare da una parte la domanda mondiale, e dall’altra per fermare la contraffazione proveniente dall’Italia e dalla Siria, che era ben avviata dopo la cessazione della produzione nel 1917. Queste nuove monete non vennero pertanto rimesse liberamente in circolazione. La produzione poi ha iniziato a rallentare e rappresentava solamente dei modelli di prova, destinati ai collezionisti e numismatici. Le Sterline d’oro da investimento vennero riprodotte a partire dal 2000 in poi.

Oltre le Sterline, la Royal Mint coniò anche delle monete da 10 scellini (mezza sovrana), da £2 (doppia sovrana), e da £5 (quintupla sovrana). Solo la Sovrana e la Mezza Sovrana sono state coniate per la circolazione monetaria. Quest’ultime sono le monete che hanno circolato di più in Inghilterra durante l’Epoca Vittoriana.

Fin dagli anni ‘30 e ‘40, la Sterlina fu la moneta d’oro più richiesta e più conosciuta al mondo. Come prova, questa storia raccontata da Timothy Green nel suo libro a proposito dell’oro: “Il figlio di un ricco industriale di sapone ed olio, rimanendo a Salonicco, in Macedonia, parla così dei suoi ricordi” : << La mia famiglia ha trasformato tutta la sua fortuna in Sterline d’oro prima dell’invasione tedesca, nell’inverno 1941. Avevamo circa 3000 Sovrane nascoste dietro i telai delle porte. Ad ogni raffica di vento, mia madre si precipitava per assicurarsi che le monete fossero ancora al loro posto. Da quando sono arrivati i tedeschi, hanno occupato l’industria, e senza questi risparmi saremmo morti di fame. Una volta all’anno, smontavamo le porte per prendere i soldi che ci permettevano di vivere. Anche se non ce n’eravamo resi conto subito, la maggior parte dei nostri parenti aveva agito come noi. Ma mio nonno, ch’ebbe fiducia nella moneta greca, si ritrovò con un mazzo di biglietti senza valore, e perse tutta la sua fortuna >>.

Disegni presenti sulle Sterline d’oro e date:

Caratteristiche tecniche della Sterlina moderna (dopo il 1817):

Il titolo delle Sterline è di 916,67 °/00, ciò significa che per 1000 grammi di sterlina, ci sono 916,67 grammi d’oro puro, mentre il resto è composto da rame per rinforzare la moneta. L’oro puro è morbido, e quindi fragile nel caso di una moneta coniata inizialmente per la sola circolazione di mano in mano.

Come individuare una moneta contraffatta ?

Come già detto in precedenza, numerosi falsi della Sterlina d’oro sono stati fabbricati in Siria e in Italia. Per evitare d’imbattervi in un falso è comunque meglio che vi affidiate ad operatori professionali.

Per aiutarvi a capire se vi trovate di fronte ad una Sovrana autentica o ad una contraffatta abbiamo fatto un elenco di cose di cui tenere conto quando ne esaminate una:

  • Il contatto con la moneta: le false sono generalmente vellutate al tatto, con dei contorni più taglienti rispetto alle vere.
  • Il suono della moneta: prendete una moneta di cui abbiate la sicurezza che sia vera, posizionatela alla fine dell’indice, e colpite leggermente il bordo con un’altra moneta o con l’estremità di una penna a sfera. Ascoltate il suono. Ripetete la stessa procedura con la moneta per la quale avete dei dubbi. Se il suono è differente, è molto probabile che sia un falso.
  • Verificate le date di produzione con l’aiuto della tabella qui sopra: spesso le false sono prodotte negli anni in cui non sono state coniate le vere.
  • Verificate i marchi di fabbrica: se questi non sono presenti, accertatevi che la Royal Mint di Londra abbia prodotto delle Sovrane l’anno in questione.
  • Peso, dimensione e spessore da verificare con la tabella qui sopra.

Nonostante questa lista sia stata realizzata per la Sterlina d’oro inglese potete applicarla, adattandola, ad altre monete!

Investire o non investire nelle Sovrane ?

Inglesi e italiani non acquisteranno questa moneta per le stesse ragioni. Al di là dell’aspetto patriottico, gli inglesi sono fiscalmente portati a possedere delle Sovrane poiché la legge prevede che il plus-valore ottenuto dalla rivendita di queste non venga tassato. E’ una vera fortuna fiscale che rende di conseguenza le altre monete (Krugerrand, Eagles, Napoleone) molto meno interessanti, anche se queste rientrano comunque nell’oro da investimento (senza IVA, come in Italia).

Innanzitutto, grazie alla sua venerabile età, la Sterlina d’oro inglese è tra le monete più ricercate al mondo, sia dai numismatici che dagli investitori. Il fatto che il suo prezzo fluttui in base al corso dell’oro come tutte le monete che rientrano nella categoria dell’oro da investimento non è l’unica variabile da prendere in considerazione. In effetti, la moneta può beneficiare di uno spread assai elevato in caso di crisi. Non ci stancheremo mai di ripetervi quanto sia importante la nozione di spread nell’acquisto e nella vendita delle monete d’oro. Prendiamo un esempio molto recente: nel 2009, le Sterline d’oro da collezione venivano rivendute in Inghilterra a circa £299 per un contenuto di oro pari a 0,23 oncia. Un’oncia d’oro veniva venduta a circa £600, vale a dire £150 per 0,23 oncia, secondo una regola del tre molto semplice. Questo vuol dire che nel 2009, la Sterlina d’oro valeva due volte il suo valore reale in oro. Convinti ? Ovviamente, bisogna saper capire quando lo spread si avvicina il più possibile allo spread di fondo, al fine di comprare nel miglior momento, e di avere così la possibilità di moltiplicare il suo valore in caso di esplosione dello spread in tempo di crisi.

Acquistare la moneta con lo spread più basso non è necessariamente il miglior calcolo. Quello che bisogna fare è acquistare la moneta con il miglior differenziale di spread. Cosa succede nel caso delle Sterline? Sotto quest’aspetto le Sterline si vendono benissimo in Italia con un differenziale che si aggira intorno al 20% (è quello che si è potuto osservare nel cuore della crisi, nel 2008, quando il prezzo del marengo s’impennò), ciò che ne fa un investimento un po’ meno interessante del marengo 20 Lire, ma finalmente una buonissima alternativa alla nostra moneta nazionale. Tuttavia, con il 29% di differenziale, la mezza sovrana possiede un potenziale di crescita leggermente più elevato. Coloro che ne possiederanno quando l’economia crollerà, realizzeranno migliori affari rispetto a chi avrà solamente dei Marengo in cassaforte. Come vi abbiamo già detto in altri articoli, non limitatevi a comprare solo un tipo di moneta, ma diversificate!

Sbagliereste anche a pensare che per acquistare un Vreneli bisogna andare in Svizzera per fare dei buoni affari, o che per trovare delle Sterline a buon prezzo bisogna andare in Inghilterra. L’Italia è piuttosto ben piazzata per quanto riguarda le tariffe, poiché lo spread è debole: gli italiani preferiscono acquistare delle Vittorio Emanuele II e III da 20 Lire, e oggi dei Krugerrands. E’ normale che lo spread di una moneta nazionale, che sta ad indicare la pressione della domanda sull’offerta, sia più basso negli altri paesi.

Oltre che dall’offerta e dalla domanda, lo spread dipende anche dalla qualità delle monete. Anche se non c’è una classificazione ufficiale, proviamo comunque a fare un parallelo tra la classificazione usata nel Regno Unito e quella presente in Italia:
Uncirculated (UNC) => Fior di Conio (FDC)
Extra Fine (EF) => Splendido (SPL)
Very Fine (VF) => Bellissima (BB)
Fine (F) => Molto Bello (MB)

Leggerete con piacere quest’articolo sull’importanza dello stato di conservazione delle monete, e noterete che la classificazione americana è ancora diversa da quella inglese, e che bisogna quindi fare attenzione alle confusioni.

Anche se le vecchie sterline vennero prodotte in quantità nettamente più elevate rispetto a quelle moderne, è molto più difficile trovare delle monete di buona qualità del XVII e XVIII secolo. Le monete coniate prima del 1817 non c’interessano in una logica d’investimento poiché queste non rientrano nella categoria delle monete d’oro da investimento, e sono quindi soggette all’IVA.

Le Sterline di alta qualità coniate durante il regno di Giorgio III, Giorgio IV o William IV sono estremamente rare. Delle monete qualificate come SPL o EF si trovano ancora, ma sono molto rare poiché il loro spread è molto elevato. Le monete FDC o UNC sono rarissime per questi periodi e il loro spread raggiunge livelli massimi. Nel 2004, ad esempio, una Sterlina Giorgio IV del 1825 è stata venduta a £14,950!

Le prime sterline del periodo vittoriano sono piuttosto ricercate, e anche per queste monete di qualità SPL o EF lo spread sarà molto elevato. L’estrema rarità di monete FDC o UNC di questo periodo giustificano uno spread molto alto. Anche se le Sterline recenti del periodo vittoriano sono meno rare di quelle precedenti, è comunque difficile trovarne di alta qualità, e lo spread resterà sempre alto.

Al contrario, le sterline del regno di Edoardo VII e Giorgio IV di qualità SPL o EF sono relativamente facili da reperire sul mercato, lo spread è di fatto meno elevato. Le monete FDC o UNC, tuttavia, sono soggette a un forte spread, come nel caso delle Sovrane del periodo vittoriano.

Da notare che durante il regno di Edoardo VIII non è stata prodotta nessuna sovrana, ma solo qualche moneta ufficiale. Se una di queste monete venisse venduta, lo spread raggiungerebbe ancora dei livelli massimi proprio per la loro rarità.

Durante il regno di Giorgio VI sono state coniate solamente alcune monete da collezione per celebrare il suo incoronamento. Quest’antenato del cofanetto da collezione d’oggi (non siamo noi quindi ad averlo inventato!) si trova ancora con monete di qualità FDC. Inutile dirvi che lo spread è elevato, siamo sicuri che lo immaginate!

Dalla sua reintroduzione durante il regno di Elisabetta II, la Sovrana fu prodotta in quantità meno elevate rispetto a prima, cosa logica se pensiamo che non erano destinate alla libera circolazione.

Anche se in quantità ridotte, queste monete sono globalmente meglio conservate rispetto a quelle delle epoche precedenti poiché esse sono state scambiate meno. Le troverete così abbastanza facilmente in qualità FDC o UNC. Lo spread sarà certamente meno elevato rispetto a quello delle monete FDC dei periodi precedenti, ma restano comunque un investimento di qualità e valido sul lungo termine. In più, grazie alla loro notorietà a livello mondiale, continueranno ad essere sempre ricercate. Quindi lo spread aumenterà ancora nel corso degli anni.

Per facilitare la vostra ricerca, abbiamo stilato una lista di Sterline che vale davvero la pena cercare (e trovare) per chi vuole investire in oro: le Sovrane 1817, che sono le prime Sovrane moderne, le monete di qualità FDC o UNC dei regni di Giorgio II, Giorgio IV e William IV (se ne trovate di qualità SPL o EF, non esitate comunque a comprarle); le Sovrane Vittoria del 1838, la Sovrana 1841, che è la Sovrana Vittoria più rara; la Sovrana 1917 coniata a Londra, poiché è l’ultimo anno di produzione di Sovrane della Royal Mint; e per finire, la Sovrana Elisabetta II del 1989 per la commemorazione dei 500 anni della famosa moneta.

Per concludere con la Sovrana, avrete certamente capito che questa moneta è un eccellente investimento. Da una parte, a breve termine, e soprattutto se la vostra moneta è di buona qualità, lo spread sarà piuttosto elevato (dipendente dalla data di coniazione). In più, sino a che l’Inghilterra conserverà la sua valuta, le Sovrane continueranno ad essere prodotte dalla Zecca Reale per il piacere di collezionisti e investitori. E se un giorno, l’Inghilterra decidesse di convertirsi all’euro, sarete veramente fortunati a possedere nel vostro “portafoglio” delle monete inglesi diventate delle vere e proprie icone !

Alessia Pinna

Tags: , , , , ,

50 Responses to “La Sterlina d’oro. La moneta preferita della Regina d’Inghilterra.”

  1. Mirella Sassi Says:

    Buonasera, ho una sterlina in oro Sovrana del 1968. Quanto vale? grazie

  2. alessia Says:

    Buonasera Signora Mirella,
    la sua Sterlina vale 340,00 euro.

    Non esiti se ha qualche altra domanda da farci.

    Buona serata.

    La Redazione LingOro.net

  3. Carlo De Luca Says:

    Buonasera,
    Sono in possesso di 6 sterline d’oro (una però di dimensioni leggermente ridotte sul cui retro c’è il profilo della Regina Vittoria, anno 1901): Anni 1907, 1908 e 1910 (con Eduardo VII), anno 1917 (con Giorgio V) e anno 1957 (Elisabetta II).
    Mi piacerebbe conoscerne il valore.
    Ringraziando anticipatamente, porgo distinti saluti.

  4. alessia Says:

    Buongiorno Carlo,
    le sterline coniate prima del 1957 (vale a dire dal 1817 al 1937) sono del vecchio conio, e valgono 340,35 € ad oggi.
    Mentre le sterline coniate dopo il 1957 hanno un valore pari a 343,93 €.

    Le Sterline d’oro hanno tutte le stesse caratteristiche:

    Peso: 7,9881 gr
    Spessore: 1,52 mm
    Diametro: 22,05 mm
    Peso in oro: 7,3224 gr
    Titolo: 22 carati

    Perciò, credo che la sua moneta con l’effigie della Regina Vittoria, anno 1901, sia un falso. La cosa è molto probabile perché se ne conoscono molte riproduzioni false provenienti dalla Siria e dall’Italia.

    La cosa che le consiglio, se vuole rivendere le sue sterline, è di affidarsi ad un rivenditore professionale e non a un privato. Se acquista da un privato, il prezzo può variare e la sua moneta potrebbe essere svalutata anche di molto. Mentre, un rivenditore professionale, è tenuto a seguire determinati prezzi e ha tutto l’interesse di assicurarsi che la moneta non sia un falso.

    Se ha altri dubbi o domande non esiti.
    Rispondiamo con piacere ad ogni richiesta dei nostri lettori.

    Grazie mille.

    La Redazione LingOro.net

  5. alessia Says:

    Ciao Carlo,
    per quanto riguarda la tua moneta di dimensioni differenti dalle altre, è possibile che sia una mezza sterlina.

    Ti consiglio di recarti presso un esperto di numismatica e farla analizzare.

    Buona giornata,
    La Redazione LingOro.net

  6. Carmine Says:

    Buongiorno, posseggo una sterlina del 1968. E’ conservata in una custodia plastificata pertanto in condizioni eccellenti, le caratteristiche, così come indicate sulla predetta custodia, sono le seguenti: Peso Lordo gr. 7,988; titolo: 916,66/1000; Peso netto: gr. 7,322 ; Diametro: mm. 22 . Gradirei conoscerne la quotazione poiché voglio venderla. Ringrazio ain anticipo ed infinitamente.

  7. anna vicari Says:

    Buon giorno, Vi chiedo gentilmente se sapete consigliarmi un buon acquirente professionale ( zona pesaro rimini) perché ho alcune sterline e marenghi che vorrei vendere. Vi ringrazio. A.V.

  8. Desy Says:

    Buongiorno,
    sa dirmi come mai voi valutate la Sterlina del 1957 introno ai 340,00 € mentre altri siti di numismatica dicono che il suo valore è intorno ai 250-265 € ?

    Grazie

  9. Giuliano64 Says:

    Salve, sono interessato all’acquisto di 1/2 sovereign, ho visto su ebay dei prezzi che parrebbero essere interessanti, altrimenti, in Roma quale negozio mi consigliate per l’acquisto, ho visto che i sottomultipli della sterlina sono poco trattati

    grazie

  10. alessia Says:

    Buongiorno Desy,
    i prezzi delle monete d’oro cambiano ogni giorno in base alla domanda e all’offerta, e in base al prezzo dell’oro.
    La valutazione che ho indicato qualche mese fa si atteneva al prezzo della moneta di quel periodo.
    Inoltre, voglio ricordare a tutti i nostri lettori che non bisogna fidarsi di qualsiasi sito on line dove vendono oro per le quotazioni o dei commercianti di compro oro perché questi sono interessati a svalutare al massimo le monete per acquistarle al minor prezzo possibile, per questo consiglio a tutti voi (anche a chi mi ha posto la domanda in precedenza) di non vendere le vostre monete ai commercianti di oro proprio per questo motivo.
    Per quanto riguarda le quotazioni potete attenervi a quelle proposte dal sito LinGOLD.com (cliccate direttamente qui: http://www.lingold.com/cotation—cours-de-l-or-pieces-d-or-et-lingots-.htm?ob=cotation&act=GetSpot3Months) dove viene indicato anche lo spread di ogni moneta d’oro, cioè quanto potete ricavare alla vendita da quella determinata moneta.

    La Redazione di LingOro.net

  11. alessia Says:

    Buongiorno Giuliano,
    l’acquisto di monete d’oro su ebay è molto rischioso per diversi motivi: le monete vengono messe in vendita da privati, sicuramente il 99% di questi non sa nemmeno cosa significa la parola numismatica. Per valutare una moneta una delle prime cose da controllare è lo stato di conservazione delle monete. Se una moneta è stata conservata male, tenuta in casa e manipolata senza cura non godrà dell’effetto leva chiamato spread, cioè il premio di cui godono le monete d’oro alla rivendita. Inoltre, c’è un alto rischio di trovare monete false. Sconsiglio vivamente l’acquisto su ebay, siti di aste ecc proprio per questi motivi. Senza contare i rischi delle spedizioni.. le monete potrebbero smarrirsi, essere rubate durante il viaggio ecc…
    Se lei è interessato all’acquisto di monete d’oro la rinvio a questo sito facile e sicuro http://www.lingold.com/. Da qui può acquistare le monete con un solo click diventando membro del sito. Le monete sono della massima qualità perché acquistate solo da rivenditori professionali e conservate in casseforti apposite dalle quali non escono mai, perciò in uno stato di conservazione perfetto. Questo garantisce il premio alla rivendita. Inoltre, le monete sono disponibili da subito, con titolo di proprietà stampabile o scaricabile in pdf. I prezzi sono tra i migliori perché garantiti dalla domanda e offerta. Se avete qualsiasi dubbio in merito potete rivolgervi a qualsiasi commerciante di oro o alla vostra banca e vedrete la differenza di prezzo.

    La Redazione LingOro.net

  12. angelo Says:

    salve ho una sterlina d’or0 del 65 mi sapreste dire quanto vale e dove posso venderla…vi ringrazio anticipatamente.

  13. alessia Says:

    Ciao Angelo,
    purtroppo, dare una valutazione di una moneta d’oro senza poterla vedere dal vivo, o senza avere delle foto di alta qualità capaci di mostrare i minimi dettagli della moneta, non è facile. Per prima cosa, per dire quanto vale una moneta, è importantissimo lo stato di conservazione della stessa (per questo rinvio al seguente articolo, un’ottima guida per valutare da voi stessi lo stato di conservazione delle vostre monete: http://www.lingoro.net/soldi/stato-di-conservazione-delle-monete/626/). Se la moneta ha circolato molto, è stata conservata male, manipolata senza cura o ha ricevuto dei colpi, allora non sarà considerata di ottime condizione (non sarà quindi una moneta FDC O SPL, i più alti gradi di conservazione) e, quindi, la sua moneta non varrà quanto varrebbe una di maggiori condizioni. Detto questo, per la quotazione della sua moneta e di tante altre, può dare un’occhiata a questo link: http://www.lingold.com/cotation—cours-de-l-or-pieces-d-or-et-lingots-.htm?ob=cotation&act=GetSpot3Months , dove viene indicato anche il livello di spread della moneta, cioè il guadagno che si può ricavare alla rivendita da quella moneta.
    Il consiglio che posso dare a lei, come a tutti i nostri lettori, è che se non avete urgente bisogno di liquidi, non (s)vendete la vostra moneta ai soliti compro oro e commercianti di zona che hanno tutto l’interesse di svalutare al massimo la vostra moneta per acquistarla al minor prezzo possibile. Portatela da un numismatico di fiducia (se ne conoscete uno) e fatevi dire le condizioni e il prezzo della vostra moneta, non scendete a patti con i commercianti che vogliono a tutti i costi la vostra moneta ad un prezzo bassissimo, e poi come delle volpi la rivendono al primo che passa a un prezzo più alto.
    E se avete intenzione di acquistare delle monete d’oro che siano di altissima qualità garantita in un sito semplice e sicuro, andate su LinGOLD.com (http://www.lingold.com/index.html), diventate membri e iniziate comodamente dal vostro divano di casa ad effettuare i vostri acquisti con un solo click. Le monete vengono custodite in apposite casseforti in Svizzera, dalle quali non escono mai (cosa che garantisce lo stato di conservazione) per garantirvi il massimo spread alla rivendita, e non correte i rischi di furto, confisca ecc.. E, inoltre, potrete mettere in vendita le monete che avete acquisto nel sito, in tempo reale, proprio grazie al fatto che non escono mai dal sistema LinGOLD.com. Inoltre, potrete sottoscrivere LSP (Libretto per la Salvaguardia del vostro Patrimonio) che vi permette di acquistare un minimo di 1 gr d’oro al mese, senza pagare la custodia in cassaforte. Questo vi permette di risparmiare a poco a poco, senza spendere grosse somme di denaro.

    Resto a disposizione per qualsiasi altro chiarimento.

    La Redazione

  14. Gianluca Says:

    buon giorno,vorrei vendere una 1/2 sterlina
    conio 2007
    in oblò periziata e FdC
    in attesa di Vs risposta,saluti Gianluca

  15. Andrea Says:

    Salve,
    vorrei sapere, approfittando della Vs. cortesia, se le date delle sterline siano importanti o meno per il loro valore.

    Volendone acquistare una, mi conviene cercarne di particolari date o è indifferente???

    Grazie mille

    Andrea

  16. alessia Says:

    Ciao Andrea,
    ti consiglio di dare un’occhiata a questo link: http://www.lingold.com/cotation—cours-de-l-or-pieces-d-or-et-lingots-.htm?ob=cotation&act=GetSpot3Months

    Qui troverai le informazioni dettagliate di ogni moneta e le quotazioni in tempo reale. La sterlina è indicata con il suo nome inglese “Sovereign”, di cui troverai le quotazioni per tutti i vari tipi. Per acquistare una moneta in termini di convenienza, devi far attenzione allo spread (o premium, in inlgese) che indica quanta percentuale di guadagno avrai alla rivendita di quella moneta… ti consiglio di acquistare una Sterlina di Elisabetta II.. sono tra le più ricercate!

    Ovviamente, se devi acquistare, ti consiglio di farlo su LinGOLD.com che è l’unico sito capace di offrire un servizio semplice, veloce e sicuro da casa tua, con un solo click acquisti la tua moneta e ne diventi immediatamente possessore. Basta iscriversi come membro del sito, metti i dati richiesti e puoi iniziare i tuoi acquisti! Potrai rimettere in vendita la moneta quando vuoi, a differenza di altri siti internet o di qualsiasi negozio o punto vendita di numismatica dove è spesso difficile rivendere le nostre monete per il loro prezzo reale! Su LinGOLD, invece, le monete vengono valutate al massimo, e alla rivendita fai grandi affari :)

    Buona serata,
    la Redazione di LingOro.net

  17. Cipriana Says:

    Per cortesia, vorrei sapere se tra le sterline d’oro (per investimento), hanno più valore quelle con l’effige di re Giorgio o quelle con l’attuale sovrana Elisabetta II?
    Molte grazie
    Cipriana

  18. alessia Says:

    Buongiorno Sig.ra Cipriana,
    non si può dire quale valga di più perché ci sono diversi millesimi e tipi di sterlina con la sovrana Elisabetta II. Il prezzo varia per ogni tipo ed è legato a diversi fattori: rarità, condizioni (se in buono stato valgono molto di più del loro valore in oro) ecc…

    Per conoscere le quotazioni di ciascun tipo di sterlina e di tante altre monete da investimento v’invito a guardare sul sito LinGOLD.com. E’ un sito molto completo e attendibile perché le monete che commerciano sono acquistate esclusivamente da professionisti del settore e dunque in buono stato (cosa che permette di avere un premio, o spread, alla rivendita delle monete) e i prezzi vengono definiti dalla domanda e dall’offerta. Per saperne di più sullo stato di conservazione delle monete leggete questo nostro articolo molto interessante: http://www.lingoro.net/soldi/lo-spread-delle-monete-doro-differenza-letteradenaro/114/

    Qui il link diretto verso le quotazioni delle monete in tempo reale: http://www.lingold.com/cotation—cours-de-l-or-pieces-d-or-et-lingots-.htm?ob=cotation&act=GetSpot3Months

    Buona giornata,
    La Redazione LingOro.net

  19. Gaetano Says:

    Buonasera, possiedo due sterline d’oro: una del 1963 e un’altra del 1958. Mi direste qual è il valore di ognuna?

    Molte grazie
    Gaetano

  20. alessia Says:

    Buonasera Gaetano,
    per il valore delle monete d’oro le consiglio di consultare il sito LinGOLD.com poiché il valore delle monete d’oro può cambiare di giorno in giorno in base alla domanda e offerta sul mercato.

    Ecco l’indirizzo che la riporta direttamente alle quotazioni di ogni moneta: http://www.lingold.com/cotation—cours-de-l-or-pieces-d-or-et-lingots-.htm?ob=cotation&act=GetSpot3Months

    Le auguro una buona serata.

    La Redazione LingOro.net

  21. enrica Says:

    Buonasera,
    desidero vendere tre sterline:Vittoria del 1899; Giorgio V del 1925 e Edoardo VII del 1908 vorrei sapere il loro valore e dove posso venderle ( zona Torino / Milano )
    Molti ringraziamenti
    Enrica

  22. Enzo Says:

    Per poter acquistare delle sterline oro dovrebbe essere utile conoscere l’andamento della quotazione nel tempo che non trovo su Internet. Dove la trovo ?

  23. alessia Says:

    Buonasera Enrica,
    per conoscere il valore delle sue sterline la invito a prendere visione delle quotazioni delle monete d’oro su LinGOLD.com all’indirizzo http://www.lingold.com/cotation—cours-de-l-or-pieces-d-or-et-lingots-.htm?ob=cotation&act=GetSpot3Months

    Il consiglio che diamo a tutti i nostri lettori, è che se non ha urgente bisogno di liquidi, non (s)venda la vostra moneta ai soliti compro oro e commercianti di zona che hanno tutto l’interesse di svalutare al massimo la vostra moneta per acquistarla al minor prezzo possibile.

    La cosa migliore che può fare è portare le sue monete da un numismatico di fiducia (se ne conoscete uno) e si faccia dire le condizioni e il prezzo delle monete, non scenda a patti con i commercianti che vogliono a tutti i costi le vostre monete ad un prezzo bassissimo e poi come delle volpi la rivendono al primo che passa a un prezzo più alto.

    Buona serata.

    La Redazione LingOro.net

  24. alessia Says:

    Caro Enzo,

    ecco un buonissimo indirizzo dove poter vedere le quotazioni in tempo reale dell’oro e delle monete d’oro:

    http://www.lingold.com/cotation—cours-de-l-or-pieces-d-or-et-lingots-.htm?ob=cotation&act=GetSpot3Months

    Resto a disposizione per altre eventuali richieste.

    Buona serata.

    La Redazione LingOro.net

  25. mario Says:

    vorrei sapere il valore delle 2 sterline in mio possesso 1 del 1878 con la regina Victoria e 1 del 1909 con Edoardo 7° grazie

  26. mario Says:

    vendo una moneta di 1959 di regina elizabeth

  27. luca Says:

    Salve,
    possiedo una sterlina sovrana vittoria del 1895, credo testa vedova velta poichè ha un velo in testa. Poi possiedo altre due sterline sovrana elisabbetta II entrambe del 1974.
    Vorrei sapere quanto posso valere.

    grazie mille.

  28. alessia Says:

    Salve Luca,

    per il valore delle sue monete può cliccare su questo link https://www.lingold.com/cotation—cours-de-l-or-pieces-d-or-et-lingots-.htm?ob=cotation&act=GetSpot3Months&notiframe=1.

    Buona giornata,

    La Redazione LingOro.net

  29. Gaia Says:

    Buonasera, vorrei sapere quanto quota una sterlina d’ oro di Elisabetta II del 1958. Grazie

  30. alessia Says:

    Salve Gaia,
    a questo link può trovare la quotazione della sua moneta: https://www.lingold.com/cotation—cours-de-l-or-pieces-d-or-et-lingots-.htm?ob=cotation&act=GetSpot3Months&notiframe=1#

    Buona giornata.
    Cordiali Saluti.

    La Redazione LingOro.net

  31. Chiara Says:

    Buonasera, ho una sterlina d’oro del 1918, Giorgio V. Vorrei sapere qual’è il suo valore in euro. Grazie!!!!!

  32. alessia Says:

    Buonasera Chiara,

    la sua sterlina vale, ad oggi, circa 305,00 €. Per vedere la quotazione di questa e tante altre monete d’oro da investimento, la invito a dare uno sguardo al sito LinGold.com a questo link : https://www.lingold.com/cotation—cours-de-l-or-pieces-d-or-et-lingots-.htm?ob=cotation&act=GetSpot3Months&notiframe=1

    Cordiali Saluti.

    La Redazione LingOro.net

  33. sergio pregnolato Says:

    le sterline regina vittoria del 1842 e 1871 e forse di altre annate è vero che hanno il retro rivolto in senso contrario del davanti ???? mi spiego meglio…se guardo le sterline dal davanti (effige regina) e le giro in senso orario, mi trovo san Giorgio o stemma capovolto.
    grazie della curiosità
    Sergio

  34. andrea Says:

    IO HO UNA STERLINA DI GIORGIO V MA LA DATA NON è PRESENTE. E’ VERA?

  35. alessia Says:

    Buongiorno Sergio,

    quello che dice sulle sterline è del tutto vero ! Se le si gira in senso orario l’immagine al rovescio risulta capovolta.

    Buona giornata.

    La Redazione LingOro.net

  36. alessia Says:

    Buongiorno,

    se sulla sua moneta non appare la data significa che è una moneta falsa oppure che è una medaglia. Se le è stata venduta come moneta l’hanno imbrogliata…

    Spero proprio che non sia cosi, altrimenti le consiglio di andare dalla persona che gliel’ha venduta a dirgliene quattro !

    Buona giornata.

    La Redazione LingOro.net

  37. Umberto Says:

    Buongiorno, sono in possesso di varie sterline d’oro inglesi di Elisabetta II di vari anni dal 1920 al 1980. Vorrei sapere se possibile se hanno uguale valore oppure se questo varia in base all’anno di emissione.
    Grazie

    Umberto

  38. giulia Says:

    buonasera,
    ho 8 sterline d’oro del 1957, con la regina elisabetta II e sul retro San Giorgio e il drago. quanto possono valere? grazie mille

  39. alessia Says:

    Ciao Giulia,
    per le quotazioni delle monete t’invito a cliccare qui

    Buona giornata.
    La Redazione LingOro.net

  40. Fabio Says:

    Salve ho ereditato 10 anni fa una decina di sterline (periodo compreso tra 1885 al 1968) oggi le ho misurate con un calibro ed hanno tutte un peso di 7,98-7,99grammi ma una….quella del 1962 non ha un diametro compreso tra i 21,98 e 22,13….ma di ben 22,35…lo spessore per giunta è normale ad 1,48-1,50….
    Qual è il margine massimo di variabilità consentito?
    Grazie per la cortese risposta

  41. alessia Says:

    Ciao Fabio,
    il diametro di quella moneta è effettivamente strano. Provi a farla misurare da un numismatico e sentire il suo parere, darne uno così senza vederla non è facile.

    Buona giornata.

    La Redazione LingOro.net

  42. valerio Says:

    salve, dato che ho diverse monete d’oro inglesi ed americane, che mi sono state regalate in varie occasioni, vorrei sapere se conoscete negozi di fiducia a Roma che le acquistano al prezzo giusto…senza fregare il cliente !
    grazie

  43. Miky.oro Says:

    Buonasera, ho una sterlina in oro Sovrana del 1962 in perfetto stato. Quanto vale? E anche chi è interessato ??grazie

  44. alessia Says:

    Per le quotazioni delle monete d’oro dai un’occhiata qui :
    https://www.lingold.com/cotation—cours-de-l-or-pieces-d-or-et-lingots-.htm?ob=cotation&act=GetSpot3Months&notiframe=1

  45. Michele Says:

    Buonasera ho una sterlina d’oro di Giorgio V del 1927….quanto vale? grazie….

  46. alessia Says:

    Buongiorno Michele,
    la invito a consultare questo sito per le quotazioni delle monete d’oro, al link seguente:
    https://www.lingold.com/cotation—cours-de-l-or-pieces-d-or-et-lingots-.htm?ob=cotation&act=GetSpot3Months&notiframe=1

    Buona giornata.

    La Redazione LingOro.net

  47. ELENA MARIA Says:

    Salve, desideravo la quotazione di n. 30 sterline d’oro regalatemi negli anni ’70 e ’80. A chi devo rivolgermi se volessi venderle.
    Grazie!

  48. Vincenzo Says:

    buongiorno, vorrei porre una domanda a titolo informativo, ho numero 2 monete anno 1974 raffiguranti la regina Elisabetta, vorrei conoscere l’eventuale valore. Grazie mille anticipatamente.

  49. Alessandro Says:

    Salve, sono in possesso di 10 sterline d’oro:
    3 della Regina Vittoria (1891, 1981, 1894, 1901)
    7 di Re Edoardo VII (1903, 1904, 1905, 1908, 1910, 1910).
    Volevo sapere il valore numismatico attuale considerando l’ottimo stato di conservazione delle stesse.
    Dove posso trovare un rivenditore professionale per le mie monete?

  50. Pasquale Says:

    salve! io ho un cofanetto da 5 monete….. sterline d’oro di cui 4 Giorgio v rispettivamente 1914-1927-1919-1915 ed una Elisabetta II datata 1958. Vorrei cortesemente conoscere il valore effettivo di queste monete se possibile. nell’attesa di una vostra risposta e nel ringraziare per la cortese attenzione porgo distinti saluti.

Leave a Reply

FRANCAIS ENGLISH ESPANOL CHINESE

Newsletter
Email:
 
Ricerca
LSP

Riflessioni
"Ciò che conta per un alpinista è il suo sforzo, la sua abilità, i suoi muscoli. La corda che lo assicura non gioca alcun ruolo finché tutto va bene. Ma questa gli da sicurezza. Allo stesso modo, l’oro non serve che a garantire la fiducia. E’ un rifugio."